Risolto (forse) anche il mistero di Canneto di Caronia

IMG_4095

Anche il mistero degli incendi di Canneto di Caronia sembra (dopo quello della scomparsa di Majorana) essere stato risolto. Gli organi di informazione ne hanno dato notizia proprio in questi giorni.

In estrema sintesi  (fonte Tgcom) “Per quei roghi misteriosi è finito ai domiciliari Giuseppe Pezzino, 26 anni, e il padre Nino ha ricevuto un avviso di garanzia per lo stesso motivo. I due sono ritenuti a vario titolo responsabili di quegli incendi, avvenuti l’anno scorso, sui quali era stata aperta un’inchiesta dalla Procura di Patti. La strana serie di roghi ne aveva seguito una analoga che risale al 2004, sempre nella stessa area. In quest’ultimo caso, le indagini hanno accertato che gli incendi venivano appiccati dal giovane con la complicità del padre. Quest’ultimo era il presidente del comitato locale di residenti che chiedevano aiuti alle istituzioni per la calamità senza spiegazioni apparenti, che aveva colpito i cittadini della zona. Tra l’altro, quei roghi avevano costretto alcuni residenti a lasciare le loro case“.

Non mi esprimo sull’imputazione, sulle indagini e sui contorni della vicenda ma personalmente sono molto perplesso a riguardo.

Due anni fa  mi trovai a curiosare, intervistando un testimone che era proprio Nino Pezzino,  sui fatti che ebbero come inconsapevoli protagonisti gli abitanti di questo splendido paesino.

Ecco il resoconto…

Continua a leggere

Avete avvistato un UFO? Ecco il modulo per la segnalazione predisposto dall’ Aeronautica Militare

RELAZIONE SU AVVISTAMENTO DI OGGETTO VOLANTE NON IDENTIFICATO

A chi di voi è capitato di avvistare un Ufo o meglio, in italiano, un OVNI ossia un oggetto volante non identificato? Bene, se avete visto nei cieli qualcosa di strano (non intendo necessariamente  extraterrestri ma comunque un oggetto che, appunto, non siete riusciti ad identificare, già da diversi anni,  lo potete segnalare alle Forze dell’Ordine, Carabinieri in primis, mediante un modulo in formato word che potete scaricare direttamente dal sito dell’Aeronautica Militare Italiana cliccando qui

Si legge nella pagina istituzionale di www.aeronautica.difesa.it

A seguito dell’ondata di avvistamenti di Oggetti Volanti Non Identificati (OVNI) del 1978, l’allora Presidente del Consiglio Giulio Andreotti designò l’Aeronautica Militare quale Organismo Istituzionale deputato a raccogliere, verificare e monitorizzare le segnalazioni inerenti gli OVNI.

Attualmente tale attività viene svolta dal: Reparto Generale Sicurezza dello Stato Maggiore Aeronautica. Chiunque desideri segnalare un evento correlabile ad un O.V.N.I. può farlo utilizzando la presente modulistica. Dopo averla compilata, dovrà consegnarla alla più vicina stazione dei Carabinieri.

Questa azione consente all’Aeronautica Militare di avviare un’indagine tecnica per identificare l’esistenza di una correlazione con eventi umani e/o fenomeni naturali che, se necessario, coinvolge anche altri organi competenti presenti sul territorio nazionale.

Tale attività ha lo scopo di garantire la sicurezza del volo e nazionale. Una volta terminati gli accertamenti, gli episodi vengono pubblicati alla voce Avvistamenti di questa pagina e, se non è stato possibile individuare una giustificazione tecnica o naturale, si classifica l’episodio come avvistamento di Oggetto Volante Non Identificato. Per quanto riguarda gli avvenimenti antecedenti il 2001, è in corso, ad opera del Reparto Generale Sicurezza, un riordino dei dati al fine di una prossima pubblicazione”.

Santa Croce a Firenze e la Metafisica di De Chirico

IMG_4189

Era una tiepida domenica mattina di inizio autunno e mi trovavo a Firenze. La mia idea era quella di visitare le magnifiche chiesa e piazza di Santa Croce e così, incoraggiato dalla splendida giornata mi sono diretto verso la meta prefissata. Arrivato in piazza Santa Croce regnava una piacevolissima atmosfera creata dai riflessi del sole che esaltavano le geometrie,dalla gente, dai  turisti e dai fedeli che entravano per assistere alla messa.

Quella piazza, quella chiesa, mi ricordavano qualcosa, un appunto, qualcosa di letto e memorizzato anni prima pronto a rimbalzare alla memoria. Poi ho realizzato! Proprio lì, in quella piazza, nacque la Metafisica di De Chirico.

Continua a leggere

Risolto il giallo di Ettore Majorana / Majorana e la villa di Passopisciaro

IMG_3669

Sono quasi le nove di sera di una fredda e piovosa giornata invernale. Squilla il telefono e dall’altro capo è un carissimo parente della Sicilia che, ben conoscendo il mio interesse per l’argomento, mi avvisa che alla radio ha sentito una notizia incredibile: il giallo storico del mistero di Ettore Majorana, genio della fisica italiana scomparso in circostanze mai chiarite fino ad ora nel marzo del 1938, è stato risolto…

Continua a leggere

Ciao Ade, addio Ade Capone

Ade-Capone-2

Ho aperto Facebook e ho letto la notizia: è morto Ade Capone. “Ma come?” ho pensato credendo fin da subito che fosse una bufala, uno scherzo di cattivo gusto. Poi ho verificato le fonti, ho fatto qualche telefonata e purtroppo era vero.

Ade Capone non solo era uno dei più grandi fumettisti italiani e autore del programma Mistero in onda su Italia Uno ma, per me, era un amico. Ci eravamo conosciuti nel 2009 quando ero stato contattato dalla redazione di Mistero che cercava un giornalista “del luogo” per girare un servizio a proposito di  un contattista della mia zona. Fu così che in quel lontano giorno del 2009 conobbi Ade Capone. Ci siamo poi sentiti parecchie volte, ho collaborato con lui e con la redazione di Mistero per altri servizi, ci sentivamo per mail, per telefono e ci tenevamo sempre aggiornati.  A volte, quando gli impegni lo permettevano, riuscivamo anche a vederci di persona.

io con ade capone

Ade era anche uno scrittore. Aveva scritto interessanti libri sempre sulla tematica del mistero per importanti case editrici a tiratura nazionale. Alcuni li avevo anche recensiti. Ci legava in qualche modo la passione per il mistero.

Poi la tragica notizia…

XXL 50 piatti che hanno allargato la mia vita di Paolo Marchi

FullSizeRender

XXL 50 piatti che hanno allargato la mia vita di Paolo Marchi. Mi è capitato raramente di assistere ad una  presentazione di un libro pensata in modo così originale  perché anche la serata è stata XXL nel senso che il tutto si è svolto all’Hotel Ristorante Cinzia di Vercelli dei Costardi’s Brothers con cena finale. Libri e cibo stellato: un connubbio veramente interessante, da provare…

Continua a leggere

Aglianico del Taburno una piacevole scoperta

IMG_5577

Aglianico del Taburno, una piacevole scoperta. Non conoscevo questo vino, non lo avevo mai degustato. Un’occasione per scoprirlo, (ed è stata una piacevole scoperta), l’ho avuta qualche sera fa in occasione della degustazione organizzata dall’Onav sezione di Vercelli con Aglianico del Taburno D.O.C.G rosato; Aglianico del Taburno D.O.C.G rosso; Aglianico del Taburno D.O.C.G rosso riserva.

Continua a leggere

Ombra di Giraffa di Bruno Gambarotta

ombradigiraffa

Ombra di Giraffa è l’ultimo scanzonato e divertente libro di Bruno Gambarotta. Un romanzo ma non solo, perché in esso Gambarotta rievoca una Torino con inserimenti vintage soprattutto per quanto riguarda aspetti di mamma Rai che ora, purtroppo, non esistono più e sono pezzi di archeologia televisiva.

Ho avuto il piacere di assistere alla presentazione del romanzo e di sentire Bruno Gambarotta dal vivo presso la libreria Mondadori di Vercelli dove lo scrittore, giornalista e conduttore televisivo, ha coinvolto e divertito il pubblico con il suo disincantato aplomb tutto sabaudo…

Continua a leggere

Mi sono regalato un blog

IMG_5583

Oggi mi sono regalato un blog, un blog personale. Dopo aver creato e lavorato a molti blog tematici ho deciso di aprirne uno tutto mio.

All’inizio, quando durante un frammento di tempo di una notte insonne mi è venuta l’idea, mi sono subito posto questa domanda: “Ma ha ancora senso, nell’era dei Social, aprire un blog?”.

La mia risposta non può essere che affermativa per due componenti: una pratica e l’altra romantica.

Liquido subito la prima: se è vero che i Social (FaceBook, Twitter e Instagram in primis) sono strumenti eccezionali per la condivisione e sono ottimi per le immagini nel breve periodo è anche vero che il blog si rivela un buon mezzo sul medio  lungo periodo. Quindi non sono d’accordo su chi afferma che i blog ormai sono morti; secondo me i blog sono ancora vivi e presto si prenderanno la loro rivincita.

La componente romantica è quelle che più mi sta a cuore e mi interessa perché a me piace creare blog, scrivere su un blog e fare blogging. Il nome stesso, BLOG, quando lo pronuncio, ha un bel suono, è un termine onomatopeico, accarezza le orecchie e aggrada la bocca e la pronuncia. E poi il blog, letteralmente web log ossia diario on line, è qualcosa destinato, se pur nell’oceano del web, a rimanere sempre a galla nel tempo. Ha una sua anima, una sua filosofia, una sua metafisica e un suo perché…

Quindi, da oggi, auguro a me stesso: “Buon blogging”.